CAMMINO DI GRUPPO DAL 31/08/19 AL 4/09/19
[SOLD OUT]

Cammino del Salento: le tappe costiere

🔸 Dal 31/08/19 al 4/09/19

🔸 Durata: 5 giorni/4 notti

🔸 Ore di cammino al giorno: 5-6 

🔸 Transfer bagagli tra le tappe incluso

🔸 Pernottamenti in albergo, B&B e appartamenti, possibilità di condivisione camere

🔸 QUOTA : 320€ comprendente accompagnatore, organizzazione, pernottamenti, 3 colazioni, transfer bagagli tra le tappe e il Passaporto del Pellegrino

Cammineremo insieme lungo le ultime 3 tappe del Cammino del Salento, il tratto costiero che da Otranto porta a Santa Maria di Leuca. Come novelli pellegrini, avremo con noi il “Passaporto del Pellegrino”: ad ogni paese attraversato riceveremo un timbro, a testimonianza del cammino percorso e delle esperienze vissute. Scopriremo il Salento più autentico fatto di stradine di campagna, tratturi e sentieri costieri.

Il primo giorno, lasciati i bagagli in struttura, visiteremo Galatina. Il secondo giorno, dopo aver visitato Otranto e le sue meraviglie, inizieremo un trekking costiero mozzafiato, che ci porterà a conoscere le località e le spiagge più belle del Salento, con numerose soste bagno per godere del mare di settembre e di un’estate che non è ancora finita.

Meta finale del nostro cammino è il Santuario de Finibus Terrae di Santa Maria di Leuca: la fine del mondo, estremità della terra che si fa penisola. Qui riceveremo l’ultimo timbro sul nostro Passaporto del Pellegrino, la nostra credenziale che ci ricorderà per sempre la fantastica esperienza vissuta.

15 posti disponibili

Viaggio confermato al raggiungimento del numero minimo di 10 partecipanti.

PRENOTAZIONE ENTRO IL 25 LUGLIO!

Programma

Sistemazione presso la struttura ricettiva, relax a bordo piscina e in serata visita libera di Galatina. Da non perdere la Basilica di Santa Caterina e il pasticciotto galatinese! 

Primo timbro sul passaporto del pellegrino: Galatina

Trasferimento a Otranto: prima di tuffarvi nell’Adriatico, scopri Otranto e il suo centro storico, la Porta Alfonsina, la Cattedrale col suo famosissimo mosaico pavimentale, la Chiesa di San Pietro e il Castello Aragonese.
Seguendo il percorso segnalato, tramite un trekking costiero mozzafiato,vedremo la torre del serpe, masseria orte, il laghetto ex cava di bauxite, il faro palascìa (punto più a est dell’Italia), torre Sant’Emiliano, fino a Porto Badisco, il primo approdo di Enea, descritto nell’Eneide di Virgilio: l’eroe vi avrebbe fatto scalo nel suo viaggio in Italia dopo la fuga da Troia. Abbiamo percorso 14 km, ci meritiamo un bagno rinfrescante nella piccola baia con la spiaggetta! Dalla sabbia, sul lato sinistro, si nota un singolare fenomeno: affiora acqua dolce che si trasforma in un piccolo rigagnolo lungo pochi metri prima di finire in mare. E’ una sorgente, uno degli ultimi rami del fiume sotterraneo in cui convogliano le acque della Valle dei Cervi.
Il mare di Porto Badisco è ricchissimo di gustosi ricci marini ed altre prelibatezze che si possono assaggiare nel bar del borgo oppure nei vicini ristoranti.
Riprendiamo il cammino e raggiungiamo Santa Cesarea Terme dove possiamo ammirare la Chiesa Madre del Sacro cuore, le scritte in ebraico sulla facciata della Porta d’Oriente e architetture orientaleggianti come Palazzo Sticchi.
Dopo un bagno nella bellissima baia di Porto Miggiano, rientro in struttura.

3 nuovi timbri sul nostro passaporto: Otranto, Porto Badisco, Santa Cesarea Terme

Raggiunto Castro vedrete il Castello Aragonese, la cattedrale, percorrerete il sentiero delle muraglie, le mura messapiche. Proseguirete lungo il Cammino del Salento segnalato, tramite sentieri e antichi tratturi (tratturo Zubibo) e arriverete attraverso un bosco ad una insenatura con sorgenti di acqua fredda, la cala dell’Acquaviva, ai piedi della serra di Marittima. Dopo un bagno rigenerante, proseguirete tramite il sentiero natura belvedere, il sentiero serra del mito, vedrete la torre del sasso e le sette pajare, arrivando a Tricase porto, premiata con le 3 Vele di Legambiente, e poi a Marina Serra, tramite la litoranea: qui potrete fare un bagno nella favolosa piscina naturale, prima di rientrare in struttura.

2 nuovi timbri sul passaporto: Castro e Tricase

Raggiunto Tiggiano: vedremo il Palazzo Baronale Serafini-Sauli, dal cui cortile principale si accede a uno splendido giardino mediante un ingresso a tre arcate, con una balaustra, che conduce al frutteto e al bosco. Seguendo il percorso segnalato del Cammino del Salento, arriveremo a Corsano dove potremo ammirare il Palazzo Feudale Capece per poi proseguire verso Marina di Novaglie, con le sue torri costiere e grotte accessibili dal mare. Qui un bagno è d’obbligo! Proseguiremo lungo il Cammino del Salento segnalato, tramite il Sentiero delle Cipolliane (2,2 km, tempo di percorrenza 1h 45 min), sulla linea di confine tra la terra e il mare, lungo un paesaggio mozzafiato a picco sul mare.
Le Grotte “Cipolliane”, che danno il nome al Sentiero, sono ubicate oggi a circa 30 metri sul livello del mare, su una falesia a strapiombo. Sono costituite da più ambienti e fin dal Paleolitico sono state frequentate dall’Uomo, come testimoniano numerosi reperti archeologici. Arriveremo così all’insenatura del Ciolo. Ad unire le due sponde più alte delle rocce c’è un grande ponte (Ponte Ciolo), a 40 metri dal livello del mare. Tramite delle scalinate potrete raggiungere la piccola spiaggia e fare un bagno. Dal Ciolo potremo raggiungere Gagliano tramite un percorso disseminato di grotte e falesie. Proseguendo lungo il Cammino del Salento segnalato raggiungiamo l’Erma Antica, e effettuiamo il rito delle pietre degli antichi pellegrini. Proseguendo ci troveremo ai piedi della cascata monumentale di Santa Maria di Leuca: 284 gradini vi separano dal Santuario de Finibus Terrae, meta finale del Cammino del Salento.
Rientro in struttura.

Ultimi 3 timbri sul passaporto: Tiggiano, Corsano, Basilica Leuca

Dopo la colazione fine dei servizi. Potrete richiederci un transfer o il treno per Lecce (non incluso). 

Transfer dalla struttura alla stazione di Gagliano del Capo 5€ a persona. 

Per prenotare il cammino di gruppo è necessario effettuare il pagamento della quota tramite bonifico bancario: IBAN IT88Y0860379650000000313401, intestatario FEM S.R.L.S., Banca di Credito Cooperativo di Leverano. Prima di effettuare il pagamento scrivere a info@camminodelsalento.it o tramite il form.